Tales from abbreviated oceans

Ho sempre sostenuto che Tales from topographic oceans sarebbe potuto essere un gran disco se l’avessero ridotto più o meno di un terzo. I brani sono belli, anche se spesso mortalmente lenti, però sono stra-pieni di ripetizioni e questo li rende pesantissimi. Certo, capisco che la ripetizione sia un mantra che aiuta ad avvicinarsi al Nirvana però ad un certo punto anche basta.

La buona notizia è che nella nuova versione “The wilson remixes” dei primi album degli Yes i brani di Tales sono divisi in parti e questo ci permette di fare quello che non fecero gli Yes all’epoca: tagliuzzare TFTO e trasformarlo i un agile album di 4 brani in 52 minuti. Più corto di Selling England by the pound!

Ecco quindi la mia versione della tracklist:
– The revealing science of God: 11 min
– The remembering: 15 min
– The ancient: 13 min
– Ritual: 11 min

So che volete ascoltarla subito quindi eccovi la playlist “Tales from abbreviated oceans”: https://open.spotify.com/user/1166928054/playlist/1JUJ9rI0WYo1sZddtF585K?si=2vkW9MeVTOS4VQe4qMyqBQ

Per i maniaci ecco pure la playlist degli “scarti”, “Tales from secondary oceans”, 21 minuti di sezioni che si sentono già – espressi meglio – nella playlist precedente oppure che non servono a un tubo come la parte tribale centrale di Ritual. https://open.spotify.com/user/1166928054/playlist/1JUJ9rI0WYo1sZddtF585K?si=2vkW9MeVTOS4VQe4qMyqBQ7

Buon ascolto! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com