Parco Comunale

Da qualche giorno sono in fissa con una canzone e mi chiedo: ma un pezzo così non dovrebbe vincere Sanremo? Aperture melodiche, potenziale arrangiamento orchestrale, testo intimista-ma-non-troppo. L’unico difetto in ottica sanremese è che dura più di 4 minuti, dannazione

Sono stato assodato da una multinazionale
avevo tutto: dal vestito inamidato, uno stronzo come capo
e una paga niente male.

Poi per fortuna son scappato
ho cambiato anche lavoro
ero a Bologna in un parco comunale, leggevo molto
e ti pensavo ancora

E all’improvviso si è avvicinato un tale
io me lo ricordo ancora, elegante, molto vecchio
aveva un Tavernello in mano
davvero un tipo molto strano

Io ero un po’ curioso e lui
lui aveva voglia di parlare
Mi raccontò della sua vita, aveva ucciso tre persone
aveva ancora un coraggio da leone

E all’improvviso una lacrima
incontrava il suo sorriso
disse: “Se ci riesci scappa e non tornare più.
E poi prova a non amare”

“Non amare mai nessuno se ci riesci
non ne varrà la pena di soffrire come un cane
Mia moglie è morta da dieci anni e io
non ricordo più il suo viso”

Mi abbracciò e con molta calma
disse “non ti preoccupare.
Ragazzo mio, sarai al sicuro,
sarai forte, sarai libero
un giorno pronto anche alla morte”

La canzone: https://spoti.fi/2FGft5I

Video live (fingete di non vedere il poster contro le scie chicmiche sul retro):

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.