2019-02-04T16:19:35.000Z

«Vedendoci negata la possibilità di parlare al ministro, abbiamo organizzato un presidio di protesta davanti all’ingresso del Liceo Imbriani, nella speranza di incontrare Di Maio almeno all’uscita. Quando tutti gli invitati stavano per uscire, però, la Polizia ci ha fatto spostare per far passare le macchine, allora a quel punto abbiamo deciso di sederci a terra per bloccare il traffico e in quel momento la Polizia ha iniziato ad avvicinarsi a noi accerchiandoci. Noi volevamo incontrare Di Maio ma non ce l’hanno permesso e comunque lui è uscito dal retro. Quando abbiamo capito che non avremmo potuto incontrarlo, abbiamo deciso di rimanere seduti a terra e di mettere le mani dietro la testa in segno di protesta». Link: Pomigliano: davvero la Polizia ha messo gli studenti con le mani dietro la nuca? No

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.