2019-08-12T20:16:31.000Z

Per dare la misura di come stiamo messi, Vecchioni (Vecchioni, non Zulu dei 99 posse!) viene tacciato dal sindaco di essere “un comunista” e fischiato dalla folla.

La cosa più interessante sta altrove però: «Roberto Vecchioni è stato lautamente pagato dagli Ovindolesi tramite il comitato feste (che ha lavorato benissimo e ringrazio) per venire a fare il suo spettacolo musicale», si legge nel post su Facebook del sindaco Angelosante, che poi ha attaccto politicamente Vecchioni: «Da buon comunista radical chic ha però pensato bene di fare un comizietto elettorale pro invasione di bassissimo profilo».

Quindi il problema è che, essendo ben pagato dagli abitanti tramite il comitato, l’artista avrebbe dovuto fare il compitino. Una bella diapositiva della concezione della cultura di certi sindaci. Sarebbe stato diverso a Venezia? Link: Vecchioni canta “Bella Ciao” al concerto in Abruzzo, il sindaco leghista si infuria: «Comunista radical chic» – Open

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.