2019-12-24T00:39:30.000Z

Fulminacci – La vita veramente

Il disco dell’anno. Punto.
Fulminacci è giovane, è più o meno Romano, si ispira a Battisti e a Rino Gaetano. Il suo primo album si intitola La vita veramente e fin dall’inizio dell’anno è stata per me la colonna sonora perfetta per molti bagnetti (del pupo, non miei), viaggi in auto, pomeriggi di lavoro. I testi sono intelligenti ma non impegnativi, la musica altrettanto, su tutto quanto si spande un alone di facilità di composizione e realizzazione che è proprio dei debutti. Un disco fresco, bello. Avercene. Dal vivo poi lui è spettacolare e ha in saccoccia almeno altre tre-quattro canzoni fenomenali che al momento ha presentato solo nei concerti.
Se continuerà con questa qualità finirà per diventare davvero un grande della musica italiana. Per ora si accontenta, e non è poco, di un premio Tenco come miglior opera prima e di altri riconoscimenti importanti come quello di Rockol.

La selezione: La vita veramente, La soglia dell’attenzione, Borghese in borghese, Ua sera, Davanti a te Link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.