August 01, 2018 at 12:12PM

Che poi queste giornate almeno una cosa dovrebbero insegnarcela: i migranti climatici esistono. Se noi dopo una settimana di caldo devastante (sui 35-36°) ce ne fuggiamo ad Asiago o in Val di Sole, perché una persona che vede la terra intorno a sé diventare deserta e le piogge latitare per anni non dovrebbe poter fuggire altrove?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.