Dammi la tua followlist, ti dirò chi sei

Esce l’Huffington Post in Italia. Non me ne frega niente, ma mi trovo la bacheca twitter piena di commenti, puntualizzazioni, piccole critiche. Nel momento in cui il firewall aziendale cade, tra le 13.00 e le 14.00, apro ‘sto benedetto H.Post, e scopro che davvero non me ne frega niente. Una brutta copia del Post, per di più brutta davvero.

Se davvero vige la regola secondo la quale “dimmi chi segui e ti dirò chi sei” evidentemente devo avere una conoscenza piuttosto superficiale di me stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.