Dichiarazione d’intenti

Un tempo se aprivi un blog non dovevi spiegare perché lo facessi, così come ora non si deve giustificare l’apertura di un account Twitter. Oggi invece il blog è superato, è lungo, è prolisso. Perché aprirne uno?
La risposta è franca e semplice: il web è sempre più un repository di contenuti che passano da una piattaforma all’altra. I tweet si condividono di Facebook, le foto si instagram si postano su tumblr. Il blog diventa allora un aggregatore, il sito personale un luogo dove far convogliare gli spunti e le idee che si seminano qua e là nel web, attraverso gli altri servizi.

Per farla breve, aprire un blog oggi è per me un faticoso tentativo di dare uno sguardo d’insieme ad un’identità fatta anche di opinioni e sensazioni gettate online.

Buona lettura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.