La lunga storia di un giro di basso

vinyl_samplingA Radio Capital trasmettono un pezzo nuovo, di tale Alessia Cara. Canadese, ventenne, mai sentita prima. La ascolto e mi sembra di averla già sentita, come mai? Alzo il volume e ascolto il giro di basso e tastiere. Sentitelo anche voi.

Se avete la mia età forse vi ricorderà qualcosa. Cosa? Con ogni probabilità Glory Box, dei Portishead. E’ uguale, dite? Sì, è uguale. Ma se nei primi anni novanta guardavate tanta MTV forse vi ricorderà qualcos’altro, ovvero Hell is round the corner di Tricky.

Ma finisce forse qui? Certo che no. Il sample iniziale, quello da cui sia i Portishead che Beth Gibbons attinsero a piene mani, viene da Isaac Hayes ed è parte di una canzone che ha la bellezza di quarantaquattro anni.

Quindi sì, la base di un pezzo di 44 anni fa è stata riutilizzata con successo per la produzione di due capolavori del trip-hop (non saprei quale scegliere tra la versione di Tricky e quella dei Ph) per finire in una dozzinale canzoncina pop del 2015, che stenta ad entrare nella classifica di Radio Capital. That’s life.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.