La Venezia rara

Da molto tempo sognavo di vedere quella Venezia deserta e silenziosa che si scorge solo nelle prime ore del mattino. Così lunedì mi sono alzato alle 4, ho preso un autobus e sono arrivato in piazza San Marco all’alba.

Arrivato in piazza la luce ed il silenzio erano così incredibili che mi sono messo a scattare foto all’impazzata, roba che neanche i giapponesi. Mi perdonerete quindi se questo album è un po’ prolisso e ci sono diverse foto ripetute, ma davvero come nei racconti degli impressionisti mi sembrava di assistere ad un continuo cambio di panorama e di scenario, come in un teatro durante le prove delle luci di uno spettacolo.

La gita è proseguita poi verso il ponte dell’Accademia, quindi a Punta della Dogana dove uno sconosciuto che ringrazio aveva lasciato dalla notte del redentore due sedie da giardino sotto al lampione, pronte per ammirare il panorama.

Infine, proprio quando la città iniziava a svegliarsi e i primi turisti a infilarsi nei vaporetti, ho preso una motonave fino a Sant’Erasmo, dove i profumi della campagna si mescolano a quelli della laguna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.