MemoAtlante

L’associazione “Poveglia per tutti” si sbatte da due anni per la promozione delle attività a Poveglia, isola abbandonata nel bacino della laguna di Venezia. Ha partecipato ad un’asta pubblica per l’usufrutto dell’isola per 99 anni offrendo un capitale accumulato tramite donazioni di privati (tra cui Marti e me) ma non ha vinto l’asta dato che una somma più alta è stata offerta da – ohibò – quello che è l’attuale sindaco di Venezia.

povegliaLa corte ha poi deciso che anche la somma proposta dall’ora-sindaco non era in realtà sufficiente, così l’asta è andata a monte. Da allora l’associazione continua a svolgere delle piccole e grandi azioni di sensibilizzazione della cittadinanza nei confronti dell’isola, della sua storia e della sua natura, e ha chiesto una concessione al demanio per poter continuare in maniera ufficiale con queste azioni. “L’associazione ha visto temporaneamente negata da parte del demanio civile la sua istanza di concessione dell’isola. La richiesta di prendersi cura di un bene abbandonato da parte di chi lo ha nel cuore continuerà ma se il demanio dovesse negare definitivamente la concessione dell’isola, verranno creati dei piccoli orti diffusi sparsi nella laguna sui terreni offerti dai coltivatori e dalla rete delle associazioni attive sul territorio, come innesti di un’idea che esiste e resiste comunque. “Poveglia per tutti” sarà “Poveglia dappertutto”!””

Nell’ambito di queste proposte entra anche il progetto MemoAtlante. “MemoAtlante consisterà in una piattaforma web opensource/opendata fruibile mediante QR code inseriti nei percorsi dell’isola insieme a una raccolta di piante e semi di specie agricole e selvatiche, preziose per la biodiversità della laguna al fine di diffondere una più partecipata cultura della natura e del territorio.”

L’idea è bella e l’associazione è seria, tant’è che il progetto è stato selezionato insieme ad altri 39 – tra 700 – per il bando di “Che Fare”. Per aiutare il progetto MemoAtlante a vincere il bando è sufficiente andare al link qui sotto e votare online, gratis.

Si vota qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.