October 31, 2017 at 12:30PM

I Quintorigo ci riprovano. Il nuovo album sarà un doppio (doppio CD o doppio vinile, sperando che contengano gli stessi pezzi) con cover di artisti celebri e dieci pezzi inediti.

Per pubblicarlo provano la carta di Musicraiser, ovvero un crowdfunding per tirar su gli euri necessari alla promozione del disco mediante pre-vendita di copie del CD, del vinile, degli spartiti e un po’ di prostituzione (nel senso che c’è anche l’opzione “clinic con la band”)

In altri tempi non ci sarebbe stato da pensarci due volte, ora invece un po’ ci si pensa. I Quintorigo erano una delle più incredibili band italiane, quando John De Leo era parte della formazione erano una live-band granitica e colossale, sperimentale eppure pop. Dalla divisione, come tipicamente avviene, ciascuno dei due tronconi ha dimostrato come la band fosse più della somma delle parti che la componevano. Ora John De Leo fa dischi interessanti ma meno focalizzati di quelli che faceva con i QR, mentre il resto della band vivacchia tra tributi a Zappa, Mingus. Hendrix e classici del repertorio passato portando con sé vari cantanti (tra cui l’incredibile Luisa Cottifogli). Qualche anno fa ricordo di averli visti dal vivo, in una serata “tributo a Hendrix”, a Rosolina Mare in bassa stagione con un pubblico di 30 persone e le seggiole di plastica come quelle del giardino della nonna.

Insomma, la decisione “partecipare o non partecipare al Crowdfunding” si fa combattuta. Link: Quintorigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.