Alice – Mélodie Passagère

Alice – Mélodie Passagère, 1988, EMI. Stampa italiana

Di Mélodie Passagère avevamo la cassetta, quand’ero bambino, ma si trattava di un disco strano e non lo ascoltavo mai.

In effetti questa raccolta di Lieder e arie di Ravel, Fauré e Ravel rimane un disco strano anche ora. La sua dinamica estrema lo rende inadatto agli ascolti notturni ma la delicatezza delle composizioni lo rende anche poco consono a un ascolto diurno, con i rumori del traffico o le chiacchiere in sottofondo. Chissà, magari il modo giusto di ascoltare Mélodie Passagère è trattarlo come un disco rock, mettendo l’amplificatore a tutto volume. Oppure è forse un album da aperitivo, pre-serale, crepuscolare. Chissà.

La copia che possiedo fu un regalo di epifania di qualche anno fa. La befana ama i dischi strani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.