There’s a madman at the factory, and it’s no longer me.

Quand’ero bambino al paese avevamo un cinema parrocchiale dove di domenica pomeriggio venivano proiettati dei film per famiglie a un costo esiguo. I miei genitori mi permettevano di andarci da solo e mi davano abbastanza soldi per comprare il biglietto e un pacchetto di Dixie. Era un evento sociale, ovviamente, tant’è che quando andavo al cinema non avevo idea di che film facessero, e beccavo quel che c’era.

FILM 'TOYS' BY BARRY LEVINSON

Un giorno del 1992 proiettarono un film molto surreale, con un per me sconosciuto Robin Williams. Il film era Toys, ed è considerato generalmente brutto, uno dei più grandi flop della carriera di RW: si becca un inglorioso 26% su rottentomatoes e un appena migliore 4.9/10 su IMDB. Dubito che in questa giornata vedrete qualcuno condividerne una scena su FB, o trarne una dotta citazione da usare come coccodrillo. Eppure a me piacque tantissimo, e ogni volta che mi capita di rivederne un pezzo mi stupisco di quanto fosse curato nella fotografia, nelle musiche, nel messaggio.

Robin Williams è il mio attore preferito, e lo è sempre stato, da quell’esatto momento.

P.S. Per la serie “ahead of their time” ecco i cattivi del film che pianificano la costruzione di qualcosa di folle, così folle che ora esiste davvero: i droni da combattimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.