Psycho

Di per sè il singolo dei Muse non sarebbe male: non puoi scambiarlo per un pezzo dei Queen o degli U2, ha un giro blues di sottofondo, ci sono gli assoli di chitarra, niente orchestra né elettronica (che non sono il male, ma non sanno usarle). Quindi good.

Peccato che il testo sia veramente imbarazzante (qui sotto un estratto) e che le voci di sottofondo stile Full Metal Jacket siano patetiche. Ma peccato soprattutto che abbia passato tutto il tempo a canticchiare in testa “The Beautiful People” di quel ragazzotto di Marilyn Manson. Un pezzo che peraltro risale a 19 anni fa, come se i Nirvana avessero fatto musica che suonava come i Beatles, ed era pure molto più bello.

“i’m gonna make you
a fucking psycho
a fucking psycho
your ass belongs to me now
your mind is just a program
and i’m a virus”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.