Warning: Declaration of JC_Submenu_Nav_Walker::walk($elements, $max_depth) should be compatible with Walker::walk($elements, $max_depth, ...$args) in /home/mhd-01/www.marcozanetti.it/htdocs/blog/wp-content/plugins/jc-submenu/walkers/SubmenuWalker.php on line 0
peter hammill – Pagina 2 – Marco Zanetti

Nothing comes

Nei tardi anni novanta la Discipline Global Mobile, etichetta discografica di Robert Fripp che da tempo distribuisce anche gli album di Peter Hammill, era solita pubblicare dei CD raccogliendo una serie di brani degli artisti che pubblicava, a mo’ di sampler. Questi CD venivano poi distribuiti gratuitamente, o a prezzo ridotto, a fronte di un Leggi di piùNothing comes[…]

Primo on the parapet

“Primo sul parapetto”. Un titolo che a noi italiani arriva in modo particolarmente duro, diretto. Si tratta infatti di una canzone dedicata a Primo Levi, grande scrittore e intellettuale italiano nonché celebre testimone della Shoah. Hammill nel 1992 dedica a Levi questo brano molto appassionato e lo pone in chiusura dell’album The noise. Primo on Leggi di piùPrimo on the parapet[…]

Don’t tell me

Un amico sostiene che Peter Hammill “abbia scritto la canzone definitiva su pressoché qualunque tema dell’esistenza umana”. E’ un’affermazione un po’ esagerata ma non troppo. E’ vero che il buon Peter ha approfondito nella propria lunga carriera praticamente tutti i grandi temi che fanno parte della vita dell’uomo: l’amore, la separazione, la morte, il passare Leggi di piùDon’t tell me[…]

Traintime

Nei primi anni ottanta Peter Hammill mise insieme “The K Group”, una band di supporto formata per metà da membri dei Van Der Graaf Generator (Guy Evans alla batteria e Nic Potter al basso) e per l’altra metà da se stesso e dal chitarrista John Ellis. Con il K Group Hammill registrò due album in studio (Enter Leggi di piùTraintime[…]

Approaching the truth

Nel sito di Peter Hammill per ogni albun della sua enorme discografia è presente una pagina con un po’ di note, scritte dall’autore stesso. A fondo di ciascuna pagina c’è una nota bellissima, questa: “The above Artists’s notes are, frankly, pretty unreliable and may be changed or edited at a moment’s notice.Only what you hear Leggi di piùApproaching the truth[…]

In una città straniera

L’altroieri ho acquistato In a foreign town di Peter Hammill, conquistato dalla bella copertina e dalla presenza in scaletta di Sci-Finance (seppur revisited). Tornato a casa poi ho scoperto ciò che mai avrei sospettato, ovvero che si tratta del disco meno apprezzato dai fan di Hammill! Al che mi sono detto: ma dai, si dice sempre Leggi di piùIn una città straniera[…]

Meanwhile

“Peter Hammill ha scritto la canzone definitiva su qualunque argomento” disse qualcuno, e aveva ragione. Anche su un argomento difficile come la vita di una persona che scivola nella distrazione, nel distacco e infine nell’insensibilità. Una persona che era sua madre, nella fattispecie, il che deve aver reso questo brano molto doloroso da scrivere e Leggi di piùMeanwhile[…]