Don’t tell me

Un amico sostiene che Peter Hammill “abbia scritto la canzone definitiva su pressoché qualunque tema dell’esistenza umana”. E’ un’affermazione un po’ esagerata ma non troppo. E’ vero che il buon Peter ha approfondito nella propria lunga carriera praticamente tutti i grandi temi che fanno parte della vita dell’uomo: l’amore, la separazione, la morte, il passare Leggi di piùDon’t tell me[…]

All fighters past

Quello che l’uomo della strada va chiedendosi, di questi tempi, è: “Come sarebbe stato Tales from Topographic Oceans degli Yes se ci fosse stato Bill Bruford al posto di Alan White?”. Una domanda non da poco, sicuramente. Una risposta non c’è ma da qualche mese abbiamo un indizio a riguardo: la recente edizione rimasterizzata da Leggi di piùAll fighters past[…]

“Il corpo di Grillo”

Tre giorni fa a Torino, alla prima nazionale del proprio spettacolo Grillo vs Grillo, Beppe Grillo si è esibito in un momento illuminante: a fine spettacolo ha dato la comunione, in fila indiana, a degli esponenti del Movimento cinque stelle presenti in sala. Solamente, al posto della normale particola, ha utilizzato dei grilli secchi. Dei Leggi di più“Il corpo di Grillo”[…]

In una città straniera

L’altroieri ho acquistato In a foreign town di Peter Hammill, conquistato dalla bella copertina e dalla presenza in scaletta di Sci-Finance (seppur revisited). Tornato a casa poi ho scoperto ciò che mai avrei sospettato, ovvero che si tratta del disco meno apprezzato dai fan di Hammill! Al che mi sono detto: ma dai, si dice sempre Leggi di piùIn una città straniera[…]

Starless #1: Glasgow 1973

Con questo post inizia una serie di inutili excursus riguardo ai singoli concerti contenuti nel giga-box dei King Crimson Starless, uscito recentemente: si tratta di un’opera magna di 28 CD più memorabilia, DVD e altre amenità. Nei CD sono inclusi tutti gli show di cui si sia recuperata una registrazione tenuti dal gruppo tra l’uscita di Leggi di piùStarless #1: Glasgow 1973[…]

Animals

“Riavvolgo il nastro per la terza volta e la musica riprende. Non mi stancherei mai di stare sdraiato sul letto ad ascoltare Animals dei Pink Floyd. È per me uno degli album più coinvolgenti e sconvolgenti, quella musica piena di dissonanze, di ritmo che cambia ogni momento, di provocazioni. Ogni volta che mi adatto a Leggi di piùAnimals[…]

They come better looking, but they don’t come mannered

E’ il 1973 e i King Crimson sono all’apice della carriera. Suonano in giro dappertutto, in Europa e in America, e il tiro della band sembra migliorare ad ogni concerto. Jamie Muir, che di fatto aveva assunto il frontman della formazione benché sostasse nelle retrovie percussive, ha lasciato prima della pubblicazione di Larks’ tongues in Leggi di piùThey come better looking, but they don’t come mannered[…]

You can’t construct the light

Mi viene in mente quell’aneddoto – che non ritrovo in rete quindi potrei benissimo averlo inventato – secondo il quale Fripp visitò una chiesa nel nord dell’Inghilterra, nei tardi anni novanta. Lì trovò un sacerdote e si attardò a discutere. Ad un certo punto il don spense la luce in chiesa, e non si sarebbe Leggi di piùYou can’t construct the light[…]